UTIM: COS'È?

L'Utim (Unione per la tutela delle persone con disabilità intellettiva) è una Onlus che provvede dal 1991 non solo alla difesa delle persone con handicap intellettivo, ma anche alla predisposizione delle pratiche inerenti l’interdizione e la tutela delle persone totalmente e definitivamente incapaci di autodifendersi oltre a fornire una consulenza gratuita sull’amministrazione di sostegno.
L'Utim rappresenta tutti noi che ad un certo punto della nostra vita ci ritroviamo ad aver bisogno di assistenza e di cure, per noi o per un nostro caro.

direttivo dell'Utim        

La nostra associazione è aperta a tutti coloro che, sensibili ai problemi sociali e in particolare ai problemi delle persone con disabilità intellettiva, riscontrando scarsità e mancanza di servizi, intendono con noi lavorare per ricreare nella società unità di intenti, chiarezza nella programmazione, celerità e funzionalità nella predisposizione dei servizi previsti.
L'Utim effettua, in apposite commissioni, controlli sulla qualità dei servizi erogati a favore delle persone con disabilità intellettiva. In coordinamento con altre associazioni di volontariato opera a favore di tutte le fasce deboli della popolazione.
Si attiva per rendere sempre attuale un discorso di medicina preventiva al fine di evitare, per quanto possibile, l'insorgere di handicap prima, durante e dopo il parto.

UTIM: PER CHE COSA?

  • per informare i cittadini ed i familiari di persone con disabilità intellettiva dei loro diritti
  • per istruire gratuitamente pratiche varie quali l'interdizione, amministrazione di sostegno, invalidità e indennità di accompagnamento
  • per tutelare i diritti fondamentali delle persone con disabilità intellettiva, che prevedono:
    • inserimento scolastico per tutti
    • inserimento lavorativo per chi è in grado di svolgere un lavoro
    • assistenza per i gravi (centri diurni, comunità alloggio e di pronto intervento,assistenza domiciliare)
    • garanzia delle necessarie cure sanitarie, comprese le prestazioni riabilitative.

foto UTIM dopo di noi